Comunicazioni

24 Agosto 2021

Comunicato del Presidente del COA

La drammatica vicenda del Mottarone ha toccato tutti noi avvocati, innanzitutto come cittadini, ferendoci nel profondo perché – pur senza voler entrare nel merito della vicenda – appare inspiegabile ed inaccettabile che nel 2021 si possa morire in questo modo in una bellissima domenica di maggio quando, spensierati, ci si gode un po’ di libertà con i nostri cari.

Ma questa tragedia ha colpito noi avvocati anche come operatori del diritto perché abbiamo quotidianamente seguito l’evoluzione della vicenda leggendo ed ascoltando vari commenti sull’operato della Procura e/o del Tribunale, con particolare riferimento al provvedimento assunto lo scorso 7 giugno dal Presidente del Tribunale, Dott. Luigi Maria Montefusco, in forza del quale il fascicolo è stato affidato ad altro magistrato in sostituzione della Dott.ssa Donatella Banci Buonamici che, sino a quel momento, se ne era occupata.

Come Consiglio dell’Ordine, onde evitare travisamenti, abbiamo ritenuto opportuno rilasciare sino ad oggi una sola dichiarazione diffusa sui media locali.

In tale dichiarazione, dopo aver precisato trattarsi di questione interna alla Magistratura- all’esame, in allora, del CSM e del Consiglio Giudiziario – si ribadiva la piena fiducia nella persona del Presidente del Tribunale, Dott. Montefusco, e nella Dott.ssa Banci Buonamici, confidando, inoltre, nell’operato della Procuratrice, Dott.ssa Olimpia Bossi, nella speranza potesse portare avanti, nella massima serenità, un’indagine così delicata.

Quanto recentemente emerso all’esito dell’esame del CSM, se da un lato evidenzia alcune irregolarità nella gestione della disciplina delle assegnazioni sulla base delle tabelle di organizzazione dell’Ufficio GIP/GUP – prive comunque di effetti sostanziali e inidonee ad incidere sulla validità degli atti procedimentali e processuali compiuti –, dall’altro testimonia come la questione sia sorta in ogni caso in seguito all’esigenza degli uffici di gestire una situazione emergenziale ed urgente.

Fermo restando quindi il dovuto provvedimento assunto dal CSM in ordine alle irregolarità di cui sopra, come già detto in sede di Assemblea annuale lo scorso 21 luglio, questo Consiglio dell’Ordine non può comunque accettare che l’eccellenza da sempre dimostrata dal Tribunale di Verbania a livello nazionale – risultato anche di un continuo costruttivo confronto tra la locale avvocatura e la magistratura – possa essere messa in discussione.

E neppure dubita della capacità, correttezza, dedizione e collaborazione dei Magistrati verbanesi, compresi quelli direttamente coinvolti, che da decenni,  hanno portato il Tribunale di Verbania ad essere al primo posto in classifica, secondo Il Sole24Ore, in termini di celerità di svolgimento dei processi in materia civile per l’anno 2020 e, in generale, ad essere esempio riconosciuto di velocità ed efficienza; ad analoghe conclusioni può giungersi anche per il settore penale ove, non di rado, affrontiamo processi per fatti accaduti meno di un anno prima della citazione a giudizio.

Ben vengano dunque le riforme dei processi civili e penali, perché tutto è perfettibile, così come i denari del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) che, auspichiamo, possano migliorare le infrastrutture tecnologiche e logistiche del Paese e, conseguentemente, l’efficienza generale del “sistema giustizia” ma, consentiteci di affermare che se tutti i Tribunali si trovassero nelle condizioni del Tribunale di Verbania la giurisdizione italiana non potrebbe considerarsi in difficoltà.

Si ricorda inoltre che il Tribunale di Verbania, grazie ai protocolli predisposti e sottoscritti da Avvocati e Magistrati, sia in materia civile che penale, è stato tra i primi, se non il primo, a riprendere l’attività già dall’aprile 2020, consentendo ai nostri Assistiti la legittima e dovuta tutela dei loro diritti.

Ma volendo guardare all’eccellenza del nostro Tribunale osserviamo, facendo un salto nel passato, che siamo stati anche tra i precursori nell’introduzione del PCT (Processo Civile Telematico).

Tutto questo non per giustificare quanto accaduto, ma per riportare i fatti in una giusta prospettiva a tutela del nostro Tribunale e del nostro lavoro da eventuali lesive strumentalizzazioni.

 Il Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Verbania

Avv. Marco Marchioni

Allegati

  • comunicato a iscritti 12-08-2021


    Scarica
    Caricato il: 24.08.2021
  • estratto parere plenum CSM 28-07-2021


    Scarica
    Caricato il: 24.08.2021

Ultimi articoli

Comunicazioni 24 Gennaio 2022

Udienze straordinarie convalida di sfratto

Si rende noto che con provvedimento del 20.1 scorso il Presidente reggente del Tribunale di Verbania, dott.ssa Banci Bonamici, ha previsto la fissazione di 4 udienze straordinarie di sfratto o finita locazione, l’ultimo mercoledì del mese di febbraio, marzo, aprile e maggio, con chiamata a 15 minuti l’una dall’altra. Dal mese di settembre 2022 viene altresì previsto che la fissazione delle singole procedure avvenga con una distanza intertemporale di 10 minuti.   Allegati provv. 2022-01-24 Pres. Trib. ScaricaCaricato il: 24.01.2022

Comunicazioni 9 Gennaio 2022

Disposizioni urgenti per l’accesso al Tribunale dal 10.1.2022

Si comunica che su disposizione del Presidente f.f. del Tribunale, in base all’art. 3 del D.L n. 1 del 7/01/2022 il personale autorizzato a partire dal 10/01/2022 provvederà tramite la app Verifica C19 a verificare il possesso e l’esibizione della Certificazione Verde di base di cui all’art. 9 comma 2 del d.l. 52/2021 anche nei confronti di Avvocati – Consulenti -Periti Ausiliari dei Magistrati estranei all’Amministrazione della Giustizia. Non saranno oggetto di controllo soltanto i testimoni e le parti processuali. Si ricorda che ai sensi dell’art. 9 sexies comma 8 bis del citato d.l. 52/2021 così come modificato dal d.l. n. 1 del 7.1.2022   “L’assenza del difensore conseguente al mancato possesso o alla mancata esibizione della certificazione verde COVID-19 di cui al comma 1 non costituisce impossibilita’ di comparire per legittimo impedimento. Pur consapevoli del disagio che detto controlli potrebbero creare confidiamo nella correttezza e massima collaborazione da parte di tutti. Si allegano inoltre le disposizioni emesse dal Procuratore della Repubblica di Verbania in data 11.1.2022 che precisano che:  dal giorno 8 gennaio 2022 e sino alla cessazione dello stato di emergenza sanitaria l’obbligo di possesso ed esibizione del Green pass di base è esteso ai difensori, consulenti, ai periti ed agli altri ausiliari del magistrato estranei all’amminsitrazione della giustizia e permane per i magistrati ordinari, onorari, giudici popolari, personale amminsitrativo, soggetti che svolgono, a qualsiasi titolo, la propria attività lavorativa o di formazione o di volontariato presso gli uffici giudiziari, comrpesi, quindi, gli agenti e gli ufficiali di polizia giudiziaria e i soggetti, appartenenti o meno ad un’amminsitrazione pubblica, il personale informatico, delle pulizie ed altri in genere che svolgono la propria attività nella sede giudiziaria; dal 1.2.2022 e sino alla cessazione dello stato di emergenza sanitaria, tutti i soggetti diversi da quelli sopra indicati (ad esempio il pubblico e […]

Comunicazioni 24 Novembre 2021

Lavori ingresso Tribunale

Il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Verbania dott.ssa Olimpia Bossi, ci informa che a far data dal 9/12 e fino (presumibilmente) al 24/12 p.v. saranno effettuati dei lavori di riqualificazione dell’atrio di ingresso al Palazzo di Giustizia, al fine di permettere il posizionamento di una nuova vetrata blindata e di installare un metal detector. Per tutta la durata dei suddetti lavori resterà chiuso l’attuale ingresso (quello, per intenderci, posto di fronte al parcheggio del supermercato Esselunga), mentre potrà essere utilizzato quello su Corso Europa che permette l’accesso al nostro Tribunale entrando dal lato opposto a quello attualmente e abitualmente utilizzato.

Cassaforense 29 Ottobre 2021

GRADUATORIA BANDO CASSA FORENSE 14/2019

Si pubblica la graduatoria degli avvocati ammessi al Bando 14/2019, corso di formazione giuridica ”UNA NUOVA OPPORTUNITA’ PER GLI AVVOCATI: CORSO TEORICO-PRATICO DI DIRITTO AMBIENTALE, Progetto realizzato con il contributo economico di Cassa Forense”. Verbale graduatorie banco 14/2019 Allegati Verbale graduatorie banco 14/2019 ScaricaCaricato il: 29.10.2021

Eventi in programma

torna all'inizio del contenuto