Notizie
Pagina 1 di 8

Comunicazioni 2 Maggio 2024

Disposizioni Procura della Repubblica presso il Tribunale di Verbania sul rilascio di informazioni relative all’iscrizione dei procedimenti penali

Cari Colleghi, Vi comunico che la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Verbania, al fine di snellire gli adempimenti necessari ad ottenere le informazioni indispensabili al deposito dell’atto di nomina tramite il Portale deposito atti penali dei procedimenti della cui iscrizione vi sia già conoscenza, consentirà d’ora in poi di formulare le richieste del numero di procedimento e del nominativo del pubblico ministero titolare del fascicolo inviandole via mail all’indirizzo citazioni.procura.verbania@giustizia.it, allegando la nomina e l’atto che permette di dimostrare la conoscenza dell’esistenza di un procedimento a carico del nostro assistito. Nel provvedimento del Procuratore della Repubblica reggente che Vi allego, viene specificato che la risposta con i dati richiesti arriverà (sussistendone le condizioni) sempre via mail. Questo servizio, la cui attivazione è stata sollecitata da questo Consiglio dell’Ordine – come riferito nel corso dell’Assemblea del 9 aprile scorso – per cercare di semplificare e velocizzare la comunicazione dei dati necessari per il deposito telematico delle nomine, si va dunque ad affiancare all’invio dell’istanza ex art. 335 c.p.p., alla quale si potrà comunque continuare a fare ricorso in via alternativa e – in ogni caso – quando non si è nel possesso di un c.d. “atto abilitante” alla conoscenza dell’esistenza di un procedimento penale. Il Consiglio dell’Ordine, oltre a rimanere a Vostra disposizione per ulteriori chiarimenti, monitorerà l’applicazione concreta del nuovo servizio, confidando possa effettivamente ridurre le tempistiche necessarie per il deposito delle nomine a difensore. Cordiali saluti. Il Presidente Avv. Paolo Ricci Allegati Prot.535.2024 ScaricaCaricato il: 02.05.2024

Comunicazioni 8 Aprile 2024

Contributo unificato istanze 492 bis c.p.c.

Cari Colleghi, allego comunicazione pervenuta dal Dirigente UNEP dott. Francesco Caramiello con la quale si fa presente che per ogni istanza di ricerca beni ex art. 492 bis c.p.c. è necessario versare – tramite PagoPA e ad esclusione delle materie esenti – il contributo unificato di € 43,00 previsto dal T.U. Giustizia. L’orientamento pare ormai consolidato anche in forza del parere del Dipartimento per gli affari di Giustizia del Ministero, citato dal dott. Caramiello nella sua comunicazione e che pure si allega. Provando ad eseguire il versamento tramite PagoPA si può tuttavia notare come ad oggi non vi sia traccia dell’UNEP di Verbania nell’elenco dei soggetti ai quali intestare il pagamento. A tal proposito l’UNEP, su indicazione del Ministero, ci suggerisce di selezionare quale ente destinatario la voce “Tribunale Ordinario – Verbania”. Cordiali saluti. Il Presidente Avv. Paolo Ricci Allegati Comunicazione UNEP 6.4.2024 ScaricaCaricato il: 08.04.2024 Contributo unificato 492 bis cpc ScaricaCaricato il: 08.04.2024

13 Marzo 2024

15/03/2024 EVENTO AIGA: COMPENSI PROFESSIONALI: VERSO UNA NUOVA DIGNITA’ DELL’AVVOCATURA

Evento formativo organizzato all’interno del Focus Nazionale Aiga, accreditato dall’Ordine degli Avvoccati di Verbania per n. 3 crediti formativi in materia obbligatoria IMG_2998 (005) 13 March 2024

Comunicazioni 29 Febbraio 2024

APPLICATIVO SIAMM – PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER MEDIAZIONE E NEGOZIAZIONE

Care Colleghe e Cari Colleghi, com’è noto, il legislatore ha previsto l’accesso al patrocinio a spese dello Stato delle parti non abbienti che partecipano a una procedura di mediazione (articoli da 15-bis a 15-undecies D.Lgs. 4 marzo 2010, n. 28) e ad una procedura di negoziazione assistita (articoli da 11-bis a 11-undecies del D.L. 12 settembre 2014, n. 132, convertito dalla L. 10 novembre 2014, n. 162). Ai fini dell’ammissione al patrocinio per le procedure di mediazione è competente il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati del luogo dove ha sede l’organismo di mediazione competente. Ai fini dell’ammissione al patrocinio per le procedure di negoziazione assistita è competente il Consiglio dell’ordine degli Avvocati del luogo in cui ha sede il Tribunale che sarebbe competente a conoscere della controversia. La domanda di ammissione al patrocinio, per l’Ordine degli Avvocati di Verbania, si propone attraverso il sistema Riconosco. Se la mediazione o la negoziazione assistita ha avuto esito positivo e si è quindi chiusa con un accordo, l’avvocato può chiedere la liquidazione, attraverso la piattaforma predisposta dal Ministero della Giustizia Isg.giustizia.it (SIAMM) alla voce Istanza patrocinio stragiudiziale. Sulla piattaforma, il difensore inserirà  Per la mediazione: il numero del procedimento, il nome dell’Organismo di mediazione, la data dell’accordo di conciliazione quale risultante dai registri informatizzati degli affari di mediazione, l’importo del valore dell’accordo; Per la negoziazione assistita: gli estremi della ricevuta attestante la trasmissione dell’accordo di negoziazione al CNF tramite piattaforma dedicata, se riguardante i procedimenti di famiglia anche la data di trasmissione pec all’Ordine e la data di sottoscrizione dell’accordo di negoziazione. Per entrambe le procedure, il difensore inserirà altresì l’importo del compenso richiesto la dichiarazione di volontà del richiedente di avvalersi, alternativamente, del credito di imposta o del pagamento e allegherà i seguenti documenti: – formale istanza con sommaria descrizione dell’attività svolta contenente parcella proforma emessa per le […]

Cassaforense - Comunicazioni 21 Febbraio 2024

Moduli pagamento Contributi minimi 2024

Dal 22 febbraio 2024 sarà possibile generare e stampare i moduli di pagamento dei contributi minimi 2024 per le scadenze previste collegandosi al sito internet della Cassa Forense www.cassaforense.it tramite la sezione “Accessi riservati/posizione personale” e utilizzando i codici personali Pin e Meccanografico. Le prime tre rate, a titolo di acconto, saranno calcolate sulla base della contribuzione dell’anno 2023 non rivalutata, mentre la quarta rata, il 30 settembre, verrà determinata a saldo e includerà la rivalutazione ISTAT (+5,4%) e il contributo di maternità”.

Comunicazioni 6 Dicembre 2023

Accesso ad ANPR, la Guida operativa

Si comunica che al fine di garantire agli avvocati  l’assistenza  tecnica nell’uso della nuova procedura online per l’estrazione dei certificati anagrafici dei cittadini iscritti all’ANPR (Anagrafe Nazionale della Popolazione), l’attivazione del servizio è fissata a partire dalle ore 13 dell’11 dicembre 2023. Sul sito del Consiglio Nazionale Forense è consultabile la Guida operativa che sarà poi disponibile sul portale ANPR al seguente link: https://www.anagrafenazionale.interno.it. L’accesso, per gli Avvocati, può avvenire utilizzando il seguente link https://www.anagrafenazionale.interno.it/area-tecnica/certificati-per-avvocati/ Allegati Certificati on line - Modalità operative per gli avvocati ScaricaCaricato il: 06.12.2023

Comunicazioni 29 Novembre 2023

Elenco dei difensori degli adulti e dei difensori/curatori speciali del minore ai sensi della legge n. 149/2001

Egregi Colleghi, nella sezione Fondo di solidarietà donne vittime di violenza potete trovare il moduli per la richiesta di permanenza e il modulo per  la domanda di iscrizione nell’elenco dei difensori degli adulti e dei difensori/curatori speciali del minore ai sensi della legge n. 149/2001. Si precisa il modulo debitamente compilato dovrà essere inviato via PEC a questo Ordine entro e non oltre l’8 gennaio 2024, il quale, previo controllo avrà cura di inviarlo all’Ordine di Torino. Per quanto concerne l’aggiornamento dell’elenco dei difensori degli adulti e dei difensori/curatori speciali del minore ai sensi della legge n. 149/2001 valevole presso il Tribunale di Verbania verranno date a breve le necessarie informazioni. Cordiali saluti. La Segreteria dell’Ordine Avvocati Verbania

Comunicazioni 21 Novembre 2023

PERMANENZA DIFESE D’UFFICIO ANNO 2024

Pregg.mi Colleghi , la presente per rammentarVi che entro il termine perentorio del 31.12.2023 dovrà essere presentata la domanda per la permanenza nell’elenco unico nazionale dei difensori di ufficio per l’anno 2023. La richiesta dovrà essere inoltrata esclusivamente tramite la piattaforma gestionale del Consiglio Nazionale Forense che, previo parere obbligatorio del presente Ordine, provvederà a deliberare sulla domanda. I requisiti di esperienza e di rispetto degli obblighi formativi, saranno rispettati con l’indicazione di n. 10 udienze nell’anno 2023 (di cui non più di tre avanti al Giudice di Pace e non più di due come difensore di ufficio nominato ai sensi dell’art. 97 comma 4 c.p.p. e fatta esclusione per quelle di mero rinvio ) e n. 15 crediti formativi (di cui almeno tre nelle materie obbligatorie ) acquisiti nell’anno antecedente la richiesta e quindi nell’anno 2022. Per quanto attiene le domande di inserimento nell’elenco unico nazionale dei difensori d’ufficio, l’interessato dovrà presentare al COA adeguata e completa documentazione comprovante uno dei requisiti di cui all’art. 1 del regolamento Nazionale per la tenuta degli albi relativi alla difesa d’ufficio, che per comodità si allega. Per essere inseriti nell’elenco l’interessato dovrà attestare di aver partecipato ad almeno 10 udienze nell’anno 2023 (di cui non più di tre avanti al Giudice di Pace e non più di due come difensore di ufficio nominato ai sensi dell’art. 97 comma 4 c.p.p. e fatta esclusione per quelle di mero rinvio ) e n. 15 crediti formativi (di cui almeno tre nelle materie obbligatorie ) acquisiti nell’anno antecedente la richiesta e quindi nell’anno 2022. La domanda dovrà essere presentata solo ed esclusivamente tramite apposita piattaforma informatica gestionale dedicata. Cordiali saluti. Il Consigliere Delegato Avv. Roberto Stefano Brovelli

17 Novembre 2023

EVENTO FORMATIVO 29/11/2023: IL DIFENSORE CHE ASSISTE LA DONNA VITTIMA DI VIOLENZA IN MATERIA CIVILE E PENALE, CON PROFILI DEONTOLOGICI

Volantino 29.11.23 Allegati Volantino 29.11.23 ScaricaCaricato il: 17.11.2023

Cassaforense 6 Ottobre 2023

COMPENSAZIONE CREDITI PER PATROCINIO A SPESE DELLO STATO – SECONDA FINESTRA TEMPORALE – SUGGERIMENTI OPERATIVI

Con l’ultimo Decreto MEF, di concerto con il Ministro della Giustizia, pubblicato in G.U. il 26/9/2023 è stata introdotta un’ulteriore finestra temporale dal 1/9 sino al 31/10 di ciascun anno, oltre quella già prevista dal 1/3 al 30/4, per poter effettuare la compensazione dei crediti per patrocinio a spese dello stato con oneri previdenziali. Sulla piattaforma di certificazione dei crediti commerciali RGS-MEF è pertanto operativa la nuova finestra per poter effettuare la procedura di autocertificazione, con l’inserimento delle fatture per le quali si intenda esercitare l’opzione di utilizzo del credito in compensazione. Lo stanziamento complessivo rimane fermo al tetto di 40 milioni di euro annui.  Sino al 2022 lo stanziamento era di 10 milioni. La possibilità di compensare i crediti per patrocinio a spese dello Stato con gli oneri previdenziali, così come l’innalzamento dei fondi per la compensazione e l’apertura di una seconda finestra temporale, è dovuta alla costante richiesta di Cassa Forense in collaborazione con il CNF e con il sostegno dell’OCF. Si segnala che: per le fatture ammesse non potrà più essere chiesto il pagamento in quanto il requisito di ammissione, che consente la selezione delle sole fatture non pagate neanche parzialmente, deve essere rispettato anche successivamente all’ammissione; si consiglia di evitare l’inserimento delle fatture elettroniche tramite il servizio di interscambio a ridosso della scadenza della finestra temporale (31/10), in quanto la sincronizzazione è garantita solo dopo 24/48 ore; Scaduto il termine per l’inserimento (ora 31/10/2023) il sistema PCC comunica: all’avvocato, per ciascuna fattura emessa e registrata sulla piattaforma l’ammissione alla procedura di compensazione. L’importo del quale l’avvocato può disporre per la compensazione è pari all’intero importo della fattura, senza che sulle somme dovute venga operata la ritenuta del 20 per cento a titolo di acconto; all’Agenzia delle Entrate l’elenco dei crediti ammessi alla procedura di compensazione, con il codice […]

Eventi in programma

torna all'inizio del contenuto