N. 19 [16] Anno V Dicembre 2004

L'Estimo di Crevola del 1396
Il Notaio Giovanni della Silva e l'Estimo di Crevola del 1458
A cura di Maria franca Baroni, con contributi di Giovanni Necchi della Silva e Tullio Bertamini
Alessandria, 2000 (s.i.p.)

Credo che non siano in molti a credere che la lettura di atti notarili possa risultare persino appassionante: eppure così avviene con i due volumi relativi agli estimi del Comune di Crevola, il primo del 1396 ed il secondo del 1458. Perché le fredde annotazioni in realtà evocano i rapporti giuridici e quindi i rapporti sociali tra le persone allora vissute, tanto da rendere viva la quotidianità tra il 1300 ed 1400 in quello che oggi è un piccolo comune ossolano.
I due volumi, a parte i preziosi contributi storico-introduttivi della curatrice e di Tullio Bertamini, sono la completa riproduzione dei quaderni di Gugliemino de Rido del 1396 e del Notaio Giovanni della Silva del 1458: quindi rappresentano documenti fertilissimi per lo storico, nei quali, e soprattutto nel confronto fra i due volumi, potrà seguire le vicende di intere famiglie ed comprendere attraverso la visone della vita quotidiana i complessi rapporti giurisdizionali che hanno caratterizzato l'Ossola nell' epoca in questione. (MT)