N. 19 [16] Anno V Dicembre 2004

Sulla Legge di riforma dell'Ordinamento Giudiziario
del Dott. Massimo Terzi*


Quel che voglio dire sulla legge di riforma dell'ordinamento giudiziario non è forse appropriato per una rivista tecnica quale il Foro Verbanese; il fatto è che non mi appassiona  continuare un annoso dibattito sui massimi sistemi  a colpi di slogan ; preferisco prendere spunto dalla riforma e parlare da persona a persone e non da tecnico a tecnici; parlare: semplicemente per far meditare, per porre qualche interrogativo, qualche dubbio nelle granitiche certezze di ciascuno; acchè ciascuno possa  mettere un minimo in discussione ciò che dà per scontato.
Voglio dire in primo luogo agli Uomini-avvocati, agli Uomini- magistrati: secondo me ci usano, ci hanno usato e ,temo, continueranno ad usarci; lo scontro sulla Giustizia (slogan numero1) è una trasmissione di successo; alcuni fra noi sono i protagonisti del Grande Fratello; li definirei i mercenari del Sistema; tutti gli altri sono il pubblico che guarda con incosciente buona fede; ma, seguendo il moderno meccanismo mass-mediale interattivo, non si sentono meri spettatori; si sentono parte attiva, si sentono importanti perché fanno il televoto (es. sciopero).
Il copione era già scritto; se il Grande Fratello sia una roba buona o cattiva non interessa nulla; quel che interessa al Sistema è lo share cioè l'incasso generale, quel che interessa ai mercenari è l'incasso personale.
Oggi va in onda la puntata sulla separazione delle carriere (slogan numero 2); tutti i cittadini capiscono che accusa e difesa devono stare alla pari; che cosa dobbiamo discutere: è ovvio. "Ritenete preferibile che accusa e difesa siano alla pari, oppure che l'accusa sia in combutta con il Giudice del tuo processo quando tu, innocente, sei processato? Telefonate allo 0323555 per rispondere Sì al sondaggio 0323550 per rispondere no.": il 93% degli italiani ha votato Sì; sono quei deficienti che hanno scritto la Costituzione che erano ottusi, non avevano capito nulla: erano dei giustizialisti-antidemocratici quando hanno approvato con il 93% della Costituente  quegli articoli; la Costituente quel giorno si tinse di rosso ed unici paladini della libertà furono gli eredi del fascismo; stupidamente nessuno tenne conto della loro qualificata opinione in materia di libertà.
Ma bisogna far presto e ci vuole troppo tempo per modificare questo cavolo di Costituzione; ecco pronta la "camarilla": distinzione irreversibile di funzioni. Tutti sono Magistrati, ma o stai di qua o stai di là; siamo tutti figli delle "convergenze parallele".
Non perdetevi la puntata di domani "I Magistrati sono sfaccendati?"(slogan numero3).
Jo-na-tha (qualcosa mi dice che sarai tu il vincitore) introduci tu il tema della puntata; Jo-na-tha urla (un normale tono civile non è televisivo) "ci vogliono quasi dieci anni per avere una sentenza in Italia; chi è che fa la sentenze? I Magistrati; ed allora italiani, vi amo, vi amo tutti, vi bacio tutti miei adorati italiani, li dobbiamo far lavorare a questi pelandroni scansafatiche o no?!?" Rumori del pubblico "Sì,sì in miniera ,mandateli in miniera!"
C'è un signore del pubblico che vuole intervenire; portategli il microfono; sono l'avv.Tao-Min mi trovavo qui a passare per caso e… volevo far presente che finalmente anche voi avrete i test psicoattitudinali; basta con i Magistrati border-line; dal pubblico: "Ma-gi-stra-ti sa-ni!!; Ma-gi-stra-ti sa-ni!!;" da noi in Cina quella del Magistrato è una funzione sacra  e quindi c'è un accurata selezione: solo Mandarini, alti almeno 1.80 e di bello aspetto; perché è noto che l'autostima del proprio aspetto fisico incide sull'equilibrio psicologico; ed infatti il nostro Ordinamento all'art 35 recita al primo comma "Se un Magistrato perde i capelli decade dall'Ordine Giudiziario a meno che non si sottoponga al trapianto dei capelli" prosegue al secondo comma "Costituisce titolo di prelazione per la Caxaxione (il nostro omologo della vostra Cassazione) l'aver effettuato trapianto di capelli. Unitamente alla domanda per accedere alla Caxafzione deve allegarsi dichiarazione giurata di far uso costante di Viagra" [Ndr in Cina non vi sono Magistrati-donne perché vi è un presunzione di legge di non idoneità psico-attitudinale; la Corte dei Mandarini ha ritenuto la norma non discriminante] Perché noi valutiamo le psicoattitudini per tutta la carriera e non solo all'inizio; ma sono sicuro che capirete presto anche voi che al più ogni due anni si devono fare queste valutazioni psico-attitudinali. É la sacralità della funzione che l'impone; un Magistrato è un Magistrato non è come un qualsiasi politico che al più diventa Capo del Governo; un Magistrato può decidere i destini di una persona, un politico, un Capo del Governo al più si fa crescere i baffetti, un ciuffetto ribelle, fa chiacchiere sulla razza ariana, saluta come un gladiatore romano, urla un po' da schizzato; ma se fa così il popolo capisce subito che ha qualche problemino psicologico, non gli va mica appresso a tutte le sue stranezze e trac! lo butta giù prima che possa fare qualche casino tipo seconda guerra mondiale; il popolo non è mica scemo, non ha bisogno di test psicoattitudinali prima di entrare in cabina elettorale; un Magistrato invece: quello spara una sentenza e quella sentenza sì che è un bel guaio.
Scusi avv .Tao-min la devo interrompere; è arrivato il risultato del sondaggio sul punto; come prescrive il Garante del Garante del Garante comunichiamo la domanda che abbiamo posto
"Volete dei test che impediscano di nominare Giudici dei pazzi da manicomio criminale o preferite rischiare, quando sarete processati, innocenti, di avere un Giudice squilibrato assetato del vostro sangue?" Scusate la lunghezza della domanda, ma volevamo essere certi di porre un quesito oggettivo: Comunque la domanda è stata ben capita; il 100% ha risposto Sì. Il 100% capite? tutti; in tutta Italia solo i Magistrati si oppongono; il che è già un bel sintomo di pazzia, signori. "risate a squarciagola ed applausi dal pubblico"
Perché questa mia greve ironia da avanspettacolo? Perché l'oscenità è contagiosa. Perché credo che lo slogan scontro sulla Giustizia si addica a questioni vere, quelle che dovrebbero toccare le budella di ciascuno, ma che non sono degne di essere toccate perché ci disturba pensare alle ingiustizie vere mentre è molto glamour discutere di queste cose acculturate, dopo aver fatto gli ultimi commenti sulle partite di calcio e prima di bere caffè e ammazzacaffè.
Perché sono in Magistratura da un lustro e già prima, per motivi familiari, la conoscevo bene; i Magistrati in questo lustro sono migliorati, sono molto migliorati, i Pubblici Ministeri in particolare hanno fatto passi da giganti; sotto ogni aspetto. Questa è la mia verità, nonostante il mio noto criticismo nei confronti dei Colleghi. Non credo alla buona fede di chi contesti questa mia affermazione. (Giustifico solo quelli sono nel Sistema da non più di dieci-quindici anni perché non hanno sufficienti termini di paragone) Questo miglioramento è dovuto, come sempre nella vita, ad una crescita culturale; la crescita culturale è stata possibile grazie a questo sistema. Chi vuol cambiare lo spirito di questo sistema dice di volere una Magistratura meritocratica; quella che già c'è stata, quella che non aveva portato alcuna crescita culturale, ma solo premiato (con tutte le eccezioni di una regola generale) secchioni che si esaltano per le più bizantine delle questioni giuridiche, carrieristi e spesso anche scansafatiche; quella Magistratura che senza le amnistie ogni tre anni, con numeri di processi molto inferiori, li avrebbe portati tutti alla prescrizione; quella che in cinquant'anni ha celebrato più processi per spigolatura abusiva che per corruzione, quella che per vent'anni ha discusso su interessi e rivalutazione, ma non sull'anatocismo.
Chi ha voluto cambiare questo Sistema vuole solo l'omologazione (vedi verticismo delle Procure e sistema di concorsi), ma così va contro natura, perché l'evoluzione è data dall'incrocio delle razze e non dagli incesti; genererà mostri.
Chi ha voluto cambiare questo sistema non è in buona fede quando dice di volerne correggere le distorsioni, perché se una casa ha fondamenta e struttura sane un buon padre di famiglia fa opere di straordinaria amministrazione e restauri non la butta giù; così fanno i parvenou; questo, purtroppo, evidentemente, è un mondo di parvenou.
Ringraziamo Yo-na-tha e l'avv-Tao-Min per la partecipazione e, naturalmente, il pubblico quello che non ha bisogno di test psico.attitudinali perché è sempre pronto e vigile, come insegna la storia.
Storia? evoluzione? Vico? Darwin? che articoli del codice sono? Ah, è vero, dovevo parlare di diritto;vorrà dire che sarò bocciato ai concorsi.

*Presidente di Sezione presso il Tribunale Penale di Verbania