N. 17-18 [14-15] Anno V Giugno-Settembre 2004

Massima 12/17-18/P
Guida in stato di ebbrezza- esclusione della procedibilità- particolare tenuità del fatto ex art. 34, D.lvo 274/2000- valutazione del GDP
Giudice di pace di Novara, dr.ssa Duella, sentenza 25.3.2003
L'istituto previsto dall'art. 34, D.lvo 274/00 presuppone l'esistenza di un fatto tipico, antigiuridico e colpevole, caratterizzato tuttavia da una particolare esiguità lesiva dell'interesse tutelato. L'art.34 individua quale primo indice rivelatore della tenuità del fatto "l'esiguità del danno o del pericolo" derivato dalla commissione del reato, elementi valutabili oggettivamente dal giudice. A tali due elementi di valutazione oggettiva della tenuità del fatto, il Legislatore affianca ulteriori parametri al fine di verificare (confermare/negare) l'indizio di tenuità accertato sul piano oggettivo, vale a dire il grado di colpevolezza e l'occasionalità, avuto riguardo alle esigenze di prevenzione speciale.