N. 17-18 [14-15] Anno V Giugno-Settembre 2004

Massima 19/17-18/C
PROVA - DOCUMENTAZIONE NON ASSISTITA DA FEDE PUBBLICA - VALORE - CONTESTAZIONE - NECESSITA'

Tribunale di Verbania, Sezione Distaccata di Domodossola, 19/2/2004, SENTENZA N. 32/2004 Giudice dott. Alberto Crivelli.
Nel vigente sistema processuale la documentazione proveniente da terzi e non assistita dalla fede pubblica (come atti notarili, atti amministrativi) acquista il semplice valore di dichiarazione priva di per sé di valore probatorio ove non confermata con la dichiarazione testimoniale di chi l'ha confezionata.
Anzi essi non possono assumere neppure valore latamente indiziario laddove appaiono formati in prossimità o addirittura in pendenza della controversia (o addirittura in vista d'essa).
Naturalmente in assenza di precisa contestazione sul punto da parte della controparte tali atti possono assurgere a fonte di prova (appunto perché incontestati, pacifici, e sempre che ricorrano i presupposti per considerare gli stessi incontestati).