N. 17-18 [14-15] Anno V Giugno-Settembre 2004

Massima 18/17-18/C
Gratuito Patrocinio Civile - Ammissione anteriore al DPR nr.115/02 smi - Diritto del difensore al pagamento del compenso - Sussiste [artt.82 - 107 & 279 DPR 115/02 smi]

Tribunale Ordinario di Verbania in composizione monocratica - Decreto 10 marzo 2004 - Giudice Cosentino
A muovere dalla circostanza del prevedere testualmente l'art.279 DPR 115/02 che l'ammissione al gratuito patrocinio nel processo civile deliberato secondo la disciplina previgente (RD 3282/23) continua ad avere validità anche dopo il 1 luglio 2002, restando regolata - quanto ai suoi effetti - dalla Parte III dello stesso DPR 115/02 (artt.74 & segg.), sono a carico dello Stato onorario e competenze dell'avvocato che ha difeso la parte ammessa al beneficio in base al RD 3282/23, con l'osservanza di due limiti : a) l'applicazione, sotto il profilo degli effetti, della disciplina dell'art.107 DPR 115/02 postula che il giudizio nell'ambito del quale la parte è stata ammessa al gratuito patrocinio in base al previgente RD 3283/23 non sia ancora concluso alla data del 1 luglio 2002 ovvero sia pendente; b) non prevedendo l'art.279 DPR 115/02 alcuna retroattività della nuova disciplina, gli effetti dell'ammissione sono quelli di cui all'art.107 DPR 115/02 solo
ex nunc e cioè con riguardo alle spese sostenute ed all'onorario maturato successivamente al 1 luglio 2002, in forza del principio di cui all'art.11 Disp. Prel. CC; del resto, la natura transitoria della disciplina ex art.279 DPR 115/02 denota come la sua finalità sia quella di regolare la sorte del gratuito patrocinio che non abbia interamente esaurito i suoi effetti nel nuovo contesto normativo (1)
I compensi liquidandi debbono individuarsi applicando il criterio temporale, ovvero distinguendo tra prestazioni eseguite anteriormente all'entrata in vigore del DPR 115/02 e prestazioni eseguite posteriormente a tale data : sia per i diritti che per l'onorario, è dunque l'epoca del compimento della singola prestazione a rilevare in quanto, a prescindere dal diverso momento in cui il compenso diventa liquido ed esigibile, il credito del professionista sorge sempre nel momento in cui la singola prestazione è eseguita (Trib. Genova 20 marzo 1989, Vigotti  c. Fall.to Citram Irrc Spa; Trib. Milano 6 maggio 1968) (2)

(1 & 2) - Il Decreto si segnala per l'attenta e corretta ricostruzione ed applicazione della disciplina transitoria dettata per i casi di gratuito patrocinio disposti prima del DPR 115/02 ma ancora pendenti alla data del 1 luglio 2002, specie sotto il profilo degli ambiti temporali d'applicazione della nuova disciplina e dell'individuazione del momento di maturazione del compenso liquidando dall'Erario al difensore. Il Decreto annullato è stato pubblicato su Il Foro Verbanese nr.16 Anno V Marzo 2004 a pagina 13 con nota critica.                                                                                                 (
avv. Alberto Zanetta)