N. 16 [13] Anno V Marzo 2004

Avv. Valerio Preioni:
RICORDO DELL'AVV. GIOVANNI FALCIONI

Da quest'ottobre 2003 manca ai vivi il molto noto avv. Giovanni Falcioni, detto Nino e a me personalmente il collega di tante battaglie legali e politiche. Era nato il 24 aprile 1916 in Domodossola, ove aveva trascorso fanciullezza e giovinezza in via Galletti n.1 frequentando gli otto anni di ginnasio e liceo classici come brillante studente "esterno" del vicino Collegio Mellerio Rosmini. Si era lodevolmente laureato in giurisprudenza a Milano nell'anno 1939, alla vigilia della 2^ guerra mondiale.
Certa parte del tempo di guerra lo dovette trascorrere "alle armi"… epperò col grado ed il prestigio di Ufficiale componente di Commissariato di Divisione militare, e coi compiti di approvvigionamento alle truppe, compreso il tempo del servizio nella Divisione "Ravenna",
sul fronte affidato all'ARMIR in Russia.
A cagione degli anni di guerra, terminato il seiennio d'iscrizione all'albo dei procuratori legali, ha potuto passare all'albo degli avvocati soltanto il 31 luglio 1946 e però poi all'albo dei patrocinatori avanti le Corti supreme del diritto (Cassazione e Consiglio di Stato, in Roma),
già col maggio 1950.
Poté perciò riprendere la
piena attività professionale, come contitolare con il padre di studio legale, soltanto con l'annata 1946 poiché gli eventi bellici della patria gli avevano comportato interruzioni e tra l'altro quella di dover prima rifugiarsi e riparasi in territorio elvetico e, poi, dover occuparsi di aspetti amministrativi dell'Ossola liberata in qualità di Sindaco e di Consigliere, nonché della Provincia di Novara. Fu anche eminente esponente dell'allora PARTITO LIBERALE, tanto da esserne plurime volte candidato per elezioni politiche ed amministrative.
Quando poté ridarsi
appieno alla professione libera, vi si dedicò con tuta solerzia, esercitandola prestigiosamente con somma competenza e su tutti i versanti giudiziari: del "civile", del "penale", dell' "amministrativo", del "finanziario"; un avvocato… davvero completo e di tutto pieno successo presso folta ed anche scelta clientela.
Non per niente venne (tra l'altro) anche
preposto - e per notevole numero d'anni - alla massima presidenza della ben diffusa BANCA POPOLARE DI INTRA.
A noi tutti Ossolani non resta che di purtroppo piangerne la dipartita.

Avv. Valerio Preioni
già presidente dell'Ordine degli Avvocati di Verbania