N. 16 [13] Anno V Marzo 2004

Massima n. 1/16/T
Tributi (in generale) - Contenzioso tributario - Procedimento - Estinzione del giudizio - Cessazione della materia del contendere - Spese - Disciplina.
Comm. Trib. Prov. di Verbania - sentenza n. 7/01/2004 dell'11-18/02/2004 - Rel. Bertolo
In caso di cessazione della materia del contendere, e di conseguente estinzione del giudizio, qualora l'Ente impositore abbia annullato l'avviso di accertamento e risulti provato che, prima dell'instaurazione del giudizio, l'Ente era già stato vanamente richiesto dell'annullamento, in sede di autotutela, dell'avviso di accertamento e che l'annullamento è stato posto in essere durante la pendenza del processo tributario, in accoglimento delle ragioni addotte dal ricorrente (sicché l'annullamento si traduce in un riconoscimento della sostanziale fondatezza del merito del ricorso, di tal ché la soccombenza virtuale appare provata) l'Ente, poiché di fatto, anche col proprio ritardo, ha dato causa al danno sofferto dal ricorrente con gli esborsi sostenuti e da sostenere con la difesa tecnica, va condannato alla rifusione al ricorrente delle spese di giudizio.