N. 16 [13] Anno V Marzo 2004

Massima n. 5/16/C
Locazioni - Rinnovo - Diniego - Licenza per finita locazione - Proposizione della domanda ex art. 657 c.p.c. anziché ex art. 30 L. n. 392/78 - Conseguenze.
Trib. Verbania - ordinanza 3/12/2003 - P.I. Dott. Mazzotti
In caso di domanda di risoluzione di un contratto di locazione (tale è infatti l'intimazione di licenza per finita locazione) fondata sul diniego del rinnovo, proposta ai sensi dell'art. 657 c.p.c. e non ai sensi dell'art. 30 L. n. 392/78, la domanda non è nulla, ma comporta il mutamento del rito; in tale ipotesi, prima che sia regolarmente instaurato il procedimento previsto dalla legge, non sono concedibili né la convalida della licenza per finita locazione né l'ordinanza ex art. 665 c.p.c..